La Madonna della Consolazione ha fatto ritorno all’Eremo

A bordo di un bus come a settembre, la venerata Effigie di Maria ha lasciato il Duomo dove era giunta due mesi fa
Il quadro della Madonna della Consolazione ha fatto ritorno all'Eremo. Come atichissima tradizione vuole, l'ultima domenica dell'anno liturgico, Solennità di Cristo Re, la venerata Effigie di Maria ha lasciato il Duomo. Come già avvenuto in occasione delle festività di settembre, non si è tenuta la processione della "risalita". A causa del Covid, infatti, le processioni restano ancora sospese.
La Madonna della Consolazione ha fatto ritorno all'Eremo, nuovamente, grazie al bus scoperto messo a disposizione dall'Atam.


Un momento di preghiera in Cattedrale ha preceduto, nel primo pomeriggio, il trasferimento della Vergine. Tanti i fedeli presenti ed anche una delegazione dell'amministrazione comunale, guidata dal Paolo Brunetti, alla sua prima uscita pubblica da facente funzioni. Poco dopo le 15, accompagnato dal vescovo Morrone, il Quadro ha lasciato la Cattedrale e collocato sul mezzo scoperto da un piccolo gruppo di portatori. In viaggio, ad accompagnare la Madonna della Consolaziome, anche una rappresentanza dei frati cappuccini, guidati dal padre provinciale Fra Pietro Ammendola.
Dopo il saluto a Piazza Duomo, da parte dell'arcivescovo metropolita, delle autorità cittadine e dei fedeli, l'autobus con a bordo il quadro della Madonna della Consolazione è partito alla volta della Basilica dell'Eremo.
Il quadro, prima di giungere a destinazione ha attraversato le vie del centro cittadino. Diversi i fedeli che hanno atteso, lungo il tragitto, il passaggio della Madonna della Consolazione. Un momento toccante è stata la sosta dinnanzi al Policlinico, intitolato alla Patrona. Qui si è tenuto un breve momento di preghiera dedicato a tutti i sofferenti, con il quadro rivolto alla struttura.
Grande accoglienza, infine, al termine del viaggio, coinciso con l'arrivo all'Eremo. Qui ad attendere la sacra effigie, la famiglia religiosa dei padri cappuccini che la custodirà fino a sabato 10 settembre 2022, quando il quadro sarà nuovamente trasferito in Duomo. Dopo l'esposizione e il cambio di corone da parte del parroco del Duomo, don Demetrio Sarica, il quadro è stato riposizionato nella pala dell'altare, accompagnato dai canti del coro polifonico "Madonna della Consolazione" e dall'immancabile grido dei portatori «Oggi e sempre, viva Maria!».
Chiunque ha potuto seguire il trasferimento, così come il momento di preghiera che lo ha preceduto e l'arrivo all'Eremo, grazie alla diretta facebook di Avvenire di Calabria, seguita da migliaia di utenti.

Copyright © Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova 2021


Back to top

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, al solo fine di migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per leggere l'informativa estesa clicca su Leggi l'informativa.