Arte Sacra, i carabinieri riconsegnano il quadro di San Prospero alla diocesi reggina

All'interno dei locali del Tribunale interdiocesano calabro si è tenuto un momento istituzionale con le massime autorità cittadine per omaggiare il "ritorno a casa" dell'opera scomparsa.

La tela sarà conservata presso il Museo diocesano "Aurelio Sorrentino". Morosini: «Un ringraziamento particolare a don Antonino Denisi». Proprio il Decano del Capitolo metropolitano ha consentito il ritrovamento del dipinto sostenendo l'azione dei militari del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale di Cosenza, guidato dal capitano Bartolo Taglietti, presente alla conferenza stampa.Tra le autorità intervenute si registrano i saluti istituzionali del prefetto Massimo Mariani, del sindaco Giuseppe Falcomatà, del segretario del Mibact Calabria, Salvatore Patamia e il comandante provinciale dell'Arma dei carabinieri, Marco Guerrini. Il dipinto è stato collocato all'interno del Museo diocesano "Aurelio Sorrentino" e verrà sottoposto, come annunciato, a un ampia attività di restauro in virtù dell'abbandono risalente al 1920, data dello smarrimento dello stesso. L'occasione della riconsegna all'arcidiocesi del quadro ritraente San Prospero, inoltre, ha consentito all'amministratore apostolico di Reggio Calabria - Bova, monsignor Giuseppe Fiorini Morosini di congedarsi con un affettuoso salute alle Autorità cittadine in virtù dell'ormai prossimo avvicendamento episcopale con monsignor Fortunato Morrone, il quale prenderà possesso canonico della Chiesa reggino-bovese già dal prossimo 12 giugno.

Copyright © Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova 2021


Back to top

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, al solo fine di migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per leggere l'informativa estesa clicca su Leggi l'informativa.