Il Quadro della Madonna della Consolazione ritornerà domenica all’Eremo dei Cappuccini

consolazioneLa processione avrà inizio alle 15.30 partendo da Piazza Duomo
L’Effige di Maria Madre della Consolazione, dopo la solennità della festa patronale, è stata accolta nel Duomo di Reggio. Quest’anno la sosta della Madre in città è stata arricchita da un evento storico, Nei giorni scorsi, dopo le vandalizzazioni agli asili di Archi e Santa Venere, il quadro della Patrona è stato portato nelle periferie, in segno di reazione e consolazione. Ma l’incontro con la Madonna è una consuetudine per tutti i fedeli della diocesi. In duomo, infatti durante i sabati di settembre, ottobre e novembre, si sono svolti i pellegrinaggi zonali che hanno visto protagoniste tutte le parrocchie della diocesi. I pellegrini, gli operatori pastorali e i parroci hanno avuto la possibilità di celebrare insieme all’arcivescovo e di ascoltare la catechesi del presule sul tema del nuovo anno pastorale: le vocazioni di speciale consacrazione. L’ultimo pellegrinaggio sarà quello dei portatori della Vara: si svolgerà sabato 26 alle 19. Domenica 27, come da tradizione, l’avvocata del popolo reggino sarà processionalmente riportata all’Eremo dei padri Cappuccini. La processione partirà dalla Basilica Cattedrale alle 15.30. A causa dei lavori di ammodernamento del Corso Garibaldi, il percorso subirà una variazione. Il quadro arrivato davanti a Palazzo San Giorgio, percorrerà via Osanna e quindi via Del Torrione, per poi ritornare sul corso imboccando via Giulia. Da qui, l’itinerario si svolgerà regolarmente. A piazza della Consegna i padri cappuccini riprenderanno in custodia la venerata Effige e l’accompagneranno fino all’eremo dove si concluderà la processione alla 19.30 circa. Lunedì 28, il giorno dopo l’arrivo del quadro della Madonna della Consolazione, le messe saranno celebrate alle 7.30 e alle 18.30.

Copyright © Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova 2019


Back to top

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, al solo fine di migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per leggere l'informativa estesa clicca su Leggi l'informativa.