Solidarietà a Mimmo Nasone


La nota diramata dalla Consulta delle Aggregazioni Laicali

Mimmo Nasone coordinatore regionale di Libera CalabriaLa Segretaria Generale della Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali, prof.ssa Alda Modafferi, e l’Assistente ecclesiastico, Sac. Umberto Lauro, unitamente a tutti i componenti del Comitato di Presidenza,esprimono la propria affettuosa e solidale vicinanza al carissimo Mimmo Nasone, membro del Direttivo della Consulta che, a causa del suo impegno per la difesa della legalità e della giustizia, è stato fatto oggetto di vigliacche intimidazioni e gravi minacce con una missiva indirizzata al Sindaco di Palizzi, dott. Walter Scerbo, sindaco di un paese che Mimmo ama tanto, per cui tanto si è speso e si spende ricevendone in cambio stima e riconoscenza, tanto da esser e stato insignito della cittadinanza onoraria.
Le ignobili espressioni usate, evidentemente tese ad infiacchire l’operato di chi agisce per la rinascita e il riscatto della nostra terra e per dare una speranza di rinnovamento ai giovani e a tutti i cittadini onesti che soffrono sulla loro pelle la piaga della ‘ndrangheta, non devono e non possono essere accettate da chi crede nei valori civili e cristiani.

Il Comitato di presidenza della Consulta delle Aggregazioni laicali, schierandosi accanto a Mimmo, all’Associazione Libera, e a tutti i cittadini onesti - colpiti personalmente dalle pesanti parole-, ribadisce il proprio impegno quotidiano per l’affermazione della legalità e per la sensibilizzazione e la formazione delle coscienze, perché nelle nostre terre si possa guardare con fiducia al futuro, liberi dal giogo opprimente e soffocante della ‘ndrangheta in tutte le sue forme ed espressioni.
La Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, al solo fine di migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per leggere l'informativa estesa clicca su Leggi l'informativa.