Mons. Plutino canonico del capitolo metropolitano

Giovedì scorso il rito di ammissione all'Ufficio Canonicale
Mons. Plutino Canonico del Capitolo Metropolitano di Reggio CalabriaGiovedì 7 Maggio, durante la Celebrazione del Vespro nella Cattedrale di Reggio Calabria, Monsignor Sebastiano Plutino è stato accolto nel Capitolo dei Canonici della Cattedrale.
Il conferimento della dignità di Canonico del Capitolo Metropolitano della Cattedrale di Reggio Calabria avviene dopo 53 anni dall’Ordinazione Sacerdotale di don Plutino, ad indicare la Bellezza di una Chiesa che manda in Missione i Suoi figli per tutta la vita.


Proprio di missione, infatti, ha parlato l’Arcivescovo Mons. Giuseppe Fiorini Morosini, elogiando il ministero svolto da don Plutino fino ad oggi, il quale si è contraddistinto sempre per la sua umiltà che lo ha portato a rimanere sempre fedele all’obbedienza ai Vescovi che hanno accompagnato il suo ministero sacerdotale, consapevole –come ha detto lo stesso don Plutino – che il Vescovo per una Diocesi è tutto.
Forse il suo forte amore per la Chiesa, i Suoi Pastori e il popolo di Dio, ha portato Mons. Morosini a desiderare per don Plutino questo nuovo servizio, che gli ha conferito chiedendogli di intensificare la preghiera dell’Ufficio delle Ore collegandolo al suo nuovo status e augurandogli di continuare a trasmettere alla gente che incontra la serenità e la giovialità che lo ha sempre contraddistinto, in particolar modo nel Seminario Pio XI dove è confessore straordinario, e da subito un punto di riferimento umano e spirituale per tutti i seminaristi che godono della sua profonda umanità e saggezza come della sua alta e armoniosa semplicità che sa incoraggiare i passi di ognuno.
“Un pensiero e un servizio in più da accogliere e amare come ho sempre fatto e per il quale continuare a spendermi così come sono, questo il vero cambiamento più che il “colore” del nuovo abito”, ha concluso così don Plutino, nei ringraziamenti all’Arcivescovo, ai confratelli Canonici, ma soprattutto ai parenti e agli amici presenti, in modo particolare alcune rappresentanze delle parrocchie che ha guidato nel suo ministero sacerdotale come parroco. Segno Bello di Paternità e di amicizia spirituale che non si limita ai ruoli e agli incarichi ma che vola alto e lascia impronte di Bene e di speranza nel cammino di ogni uomo. Solo chi, come don Plutino, si lascia condurre dal vento dello Spirito con fiducia e audacia, può essere sentinella dei sogni e della gioia dei figli di Dio.

Michele D’Agostino

Copyright © Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova 2019


Back to top

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, al solo fine di migliorare la navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per leggere l'informativa estesa clicca su Leggi l'informativa.